Alghe Diatomee per illuminare le nostre notti

lampadaTra i mille usi che si possono fare delle alghe marine ve ne sono sempre di nuovi che non mancano di sorprenderci. In particolare una categoria di alghe, note come microalghe e tra cui ben conosciamo la Spirulina e le Diatomee, presenta le proprietà più incredibili e, a volte, spettacolari.

Proprio dalle alghe Diatomee prende forma la nuova, bellissima invenzione del designer polacco Pani Jurek. Le Diatomee infatti, oltre alle loro innumerevoli proprietà, presentano una caratteristica che di tanto in tanto si presenta in natura: la bioluminescenza, la capacità cioè di un organismo vivente di emettere luce. Proprio questa particolarità ha ispirato il designer a creare delle vere e proprie lampade viventi, chiamate per l’appunto “Living Lamps”.

Queste lampade sfruttano elementi naturali presenti in grandi quantità sul nostro pianeta per creare luce in maniera autonoma e green, senza intaccare le risorse che la Terra ci offre. Basta infatti un barattolo di vetro, un po’ di acqua di mare dove far galleggiare le diatomee e un tappo di legno per ottenere una bellissima lampada dalla luce blu che regalerà luce alle nostre notti per circa 6-9 mesi, senza bisogno di essere ricaricata!

Bioluminescence. Illumination of plankton at Maldives.

Una spiaggia illuminata grazie al potere della bioluminescenza delle alghe Diatomee

Grazie ad una sorta di orologio biologico queste alghe sono infatti in grado di autoregolarsi, emettendo la loro bellissima luminosità solamente durante la notte e solo se messe in movimento e “spegnendosi” per ricaricarsi durante il giorno; esse prendono infatti la loro energia direttamente dalla luce del sole, per mezzo della fotosintesi e non hanno bisogno di altro se non dei micronutrienti contenuti nell’acqua marina per poter sopravvivere a lungo. Basterà infatti diluire con altra acqua marina la lampada per prolungarne la vita. Inoltre questo processo permette alle stesse di assorbire dall’ambiente anidride carbonica, rendendole ancora più ecologiche.

L’obiettivo di questo progetto è ovviamente quello di dimostrare le possibilità che la natura ci offre come alternativa alle fonti di energia inquinante che oggi sono l’unica alternativa per qualsiasi tipo di illuminazione e anche noi speriamo che in futuro sarà possibile illuminare le nostre case, le strade e le città grazie al potere della bioluminescenza che ci regala la natura.

lampada6Pani Jurek ci tiene a sottolineare che le Diatomee sono organismi unicellulari senza sistema nervoso e che quindi per le sue splendide lampade nessuna sofferenza viene inflitta alle alghe quando esse vengono chiuse in un barattolo o agitate per essere messe in moto!

Anche voi vorreste illuminare la vostra casa con le Diatomee?

Fonti: rinnovabili.it; panijurek.pl; extrastory.cz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *