Alga Lattuga di Mare 11/05/10


Oggi parliamo di un’alga verde comunemente chiamata Lattuga di Mare. Il suo nome botanico è Ulva Lactuca. La Lattuga di Mare è la più prossima alle verdure di terra. Tra le alghe è una delle specie più note, è la più ricca in clorofilla ed è quella che più si avvicina alle piante terrestri. E’ molto diffusa un pò in tutto il Mediterraneo. La struttura di quest’alga è a foglie lamellari e bi-stratificate, traslucide, sottili con un altezza massima di 30 cm e sono fissate ad un peduncolo di forma elicoidale. Cresce su substrati di natura rocciosa, dalla zone di marea fino ad un massimo di circa 10 metri di profondità.

E’ un’Alga particolarmente ricca in calcio (30 volte più del latte), magnesio e minerali, sostanze indispensabili per l’organismo. La bella foglia verde brillante, benché sottile si mostra piuttosto resistente. Ciò la rende versatile nell’uso,potendo essere preparata direttamente cruda ma anche cotta. La Lattuga di Mare ha un profumo intenso ma un gusto estremamente delicato. È adatta per preparare insalate colorate, condimenti gustosi e guarnire qualsiasi piatto. E’ l’ingrediente principe per preparare le frittelle di alghe o le zeppole di mare.

Alga Lattuga di Mare in fiocchi

La Lattuga di Mare in cucina

Sicuramente tutti voi avete sentito parlare delle Zeppoline di Mare della tradizione napoletana. A Napoli si chiamano Zeppole è Pasta Crisciuta un impasto di farina, acqua, lievito di birra e alga Lattuga di Mare. Sono quelle palline fritte che una volta si trovavano agli angoli di tutte le strade napoletane, ” ‘o frittaiuolo” “frieva” = friggeva per strada ed i passanti le compravano mangiandole all’istante, spesso, in quei tempi poveri, era l’unico pranzo che si faceva durante l’intera giornata. Ecco una foto antica del Frittaiuolo che friggeva le Zeppoline di mare della fine del 1800, primi del 1900 presa da:  http://www.napoletanita.it

Il Frittaiuolo - Venditore di Zeppole

Ricetta per preparare le Zeppole di Mare

Ingredienti

500 gr di farina

450 di acqua (a temperatura ambiente)

10 gr di Alghe Lattuga di Mare in fiocchi

25 gr di lievito di birra

5 gr di sale

1 cucchiaio di olio EVO (olio extravergine di oliva)

Olio per friggere leggero

Procedimento

In una ciotola a fondo alto sciogliamo il lievito, amalgamiamo la farina setacciata, il sale, la Lattuga di Mare. Aggiungiamo l’olio un po’ alla volta e impastiamo. A questo punto estraiamo l’impasto dalla ciotola e lo trasferiamo su un piano stabile. Lavoriamo incessantemente fino a formare un impasto omogeneo, ben legato, lucido ed elastico. La pasta deve incordare bene e quindi bisogna armarsi di pazienza e bicipiti per lavorarla almeno mezzora. Poi copriamo con un panno e lasciamo triplicare l’impasto a temperatura ambiente, meglio se vicino al termosifone, per circa 2 ore.

Una volta cresciuta la pasta, prendiamo un cucchiaio di impasto alla volta (piccole porzioni) e lo tuffiamo in olio profondo a 175° fino a completa doratura.

Sgoccioliamo e poniamo le nostre Zeppole di Mare su carta assorbente. Mangiamole caldissime!

Le mie Zeppoline di Mare

Queste sono le mie Zeppoline, cotte e pubblicate. Ne abbiamo mangiate in gran quantità erano veramente buonissime!

Se volete comprare la Lattuga di Mare in fiocchi la trovate su www.algheria.it un pacchetto da 50 grammi costa 4,60 Euro. Ora ci sono i Saldi di Autunno e se volete approfittarne per degli  acquisti, la pagate a metà prezzo. Una volta aperta la confezione mettete le alghe rimanenti in un vasetto di vetro e riponetelo nella dispensa per mantenere tutta la loro fragranza.


You can leave a response, or trackback from your own site.

3 Le risposte a questo articolo

 
fabio novembre 10, 2010 Reply

una delizia … le ho mangiate quasi tutte io! Rifacciamole presto.

 
Vera novembre 11, 2010 Reply

:)
Io, non trovando le alghe Lattuga di mare, le ho preparate con le nori, e sono venute molto bene!

 
vanda novembre 11, 2010 Reply

Carissima Veruccia mi fa piacere che le tue Zeppoline sono venute molto bene anche con la Nori, ha un gusto molto più delicato e sono più gradite dai bambini. A presto Vanda

Inserisci una risposta

close comment popup

Inserisci una risposta